Il 28 maggio 1974: quella corsa di mio padre

In questo giorno maledetto per la mia città, penso sempre al racconto di mio padre, all’epoca sedicenne.

“Quella mattina mi trovavo sotto i portici di via X giornate, a pochi metri da piazza Loggia. Improvvisamente ho sentito un boato e mi sono ritrovato a terra, tramortito. La vetrina di un negozio mi era scoppiata addosso e, senza nemmeno sapere cosa fosse accaduto, mi sono rialzato e mi sono messo a correre.

Come se avessi inserito il pilota automatico.

Al tempo abitavo al villaggio Sereno (una manciata di chilometri fuori città, mio padre era un discreto atleta e poco tempo dopo avrebbe giocato nella squadra Primavera del Brescia Calcio), e ho corso a perdifiato fino a casa.

Non sapevo nulla, davvero.

Non sentivo, mentre correvo. Le orecchie erano tappate dall’esplosione e mentre ansimavo frammenti di vetro mi cadevano dai capelli…”

Ancora oggi mio padre sobbalza al rimbombar di un petardo.
Quando ero piccolo ha sempre odiato che ci giocassi, anche se il massimo che mi concedevo erano i miniciccioli.
Una volta ho esagerato, con un raudo e con un magnum.

A Capodanno osserva con diffidenza i fuochi d’artificio, e i botti lo gettano in una sorta di mutismo ascetico.

Io non posso sapere cosa voglia dire. Spero di non saperlo mai.
931080-piazza_lMa nei suoi occhi posso intravedere ancora oggi, quando ne parliamo, le schegge di paura che si sono conficcate nel suo cuore da adolescente, quel giorno.

E che non andranno più via.

Non dobbiamo dimenticare.
Facciamolo per chi porta dentro sé le ferite di quel dannato 28 maggio 1974. Parenti delle vittime, testimoni diretti.

Forse la verità, ahinoi, non verrà mai a galla.
La libertà di parola e di espressione, libera da ogni timore, non dovrà mai colare a picco.
E’ l’eredità che ci hanno lasciato quelle 8 vite spezzate.
Ricordiamocelo per sempre.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s